• EDILIZIA SCOLASTICA IL CASO LUCCA

ACCIAO E RINNOVABILI PER L’EDILIZIA SCOLASTICA: IL CASO LUCCA

Alla base del nuovo progetto di edilizia scolastica posto in essere dalla Provincia di Lucca strutture in acciaio ed energie rinnovabili.

 

Le nuove Linee Guida per le architetture interne delle scuole del 2013 hanno fornito le norme tecniche contenenti gli indici di funzionalità urbanistica, edilizia ed ecologica degli edifici scolastici da un punto di vista prestazionale, proponendo la creazione di spazi modulari flessibili e funzionali, con particolare attenzione alle tematiche legate alla qualità dell’ambiente circostante.

Per questo motivo negli ultimi anni sono nate sempre più strutture scolastiche di nuova generazione: si tratta di edifici in cui l’acciaio ed il legno prendono il posto delle precedenti strutture edili, mentre le energie rinnovabili si sostituiscono a quelle fossili per dare vita ad edifici belli ed ecocompatibili, in grado di non inquinare e di integrarsi perfettamente sia con l’ambiente antropico urbano che con quello naturale circostante.

L’acciaio, nello specifico, risponde a tutte le esigenze enunciate dalle nuove Linee Guida del 2013: si tratta, infatti, di un materiale ecologico, riciclabile al 100 per cento ed all’infinito, facile da assemblare, antisismico, ignifugo ed adatto a creare strutture innovative e dal design moderno.

 

L’ECO PALESTRA DEL LICEO SCIENTIFICO VALLISNERI DI LUCCA

Da qualche settimana accanto alla struttura del Liceo scientifico Vallisneri di Lucca è possibile scorgere una grande struttura color rosso carminio: è la nuova eco-palestra, recentemente recuperata, riqualificata e messa in sicurezza dalla Provincia lucchese che, nel progetto costato 800 mila euro, ha previsto anche la riqualificazione dei campi sportivi esterni.

La palestra, risalente agli anni Settanta, era rimasta l’unica struttura del complesso scolastico a non aver ancora subito un intervento di riqualificazione: gli interventi sono stati rivolti al miglioramento delle murature esterne, anche da un punto di vista termico ed acustico.

L’adeguamento e la messa in sicurezza effettuata dalla Provincia ha riguardato il miglioramento energetico dell’involucro edilizio mediante il rifacimento delle coperture tramite la posa di uno strato di isolamento coibentato e di impermeabilizzazione, mentre le pareti verticali sono state caratterizzate da un rivestimento a cappotto con finitura esterna in lamiera di acciaio verniciata in colore rosso. La struttura, oggi in classe energetica A, è stata adeguata alle norme antisismiche secondo i dettami delle normative vigenti dal 2008 sulle tecniche delle costruzioni: da qui, infatti, la grande “U” rovesciata in acciaio che abbraccia la parte centrale dell’edificio.

A completare il progetto di adeguamento edilizio, un sistema di illuminazione a led ed il rifacimento degli spogliatoi e dei servizi igienici, costituiti da docce in cui l’acqua calda è ottenuta tramite pannelli solari.

By |Commenti disabilitati su ACCIAO E RINNOVABILI PER L’EDILIZIA SCOLASTICA: IL CASO LUCCA