• Expo 2015 padiglione Germania

Expo milano 2015: il padiglione della germania. Forte come l’acciaio, delicato come un fiore

Velocità di costruzione, sostenibilità e reversibilità, riciclabilità, sicurezza e resistenza antisismica, creatività architettonica, precisione della tecnologia a secco ed elevate capacità strutturali: sono queste le caratteristiche principali che hanno fatto dell’acciaio il materiale più utilizzato di Expo Milano 2015. Impiegato per le strutture portanti di tutti i padiglioni dell’esposizione internazionale, spesso combinato con legno e vetro, l’acciaio ha concesso di creare forme uniche, eleganti e nuove, senza mai perdere di vista la sicurezza sotto ogni forma ed aspetto.

Premiato nella categoria Padiglioni oltre i duemila metri quadrati per il miglior Sviluppo del tema, davanti ad Angola e Kazakistan, il Padiglione della Germania, con i suoi 4.933 metri quadrati è risultato una delle strutture più grandi dell’intera area espositiva. Lungo 120 metri, largo 34 ed alto fino a 12 metri, lo spazio espositivo teutonico ha colpito soprattutto per le sei coperture scenografiche che richiamavano delle forme vegetali.

La struttura del padiglione della germania

Per la realizzazione totale della struttura sono state utilizzate ‘solo’ quattrocentotrentuno tonnellate di acciaio: l’intenzione dei progettisti è stata quella di utilizzare il minor quantitativo possibile di materiale per limitare l’impatto ambientale dell’edificio e renderlo più facile e veloce da disassemblare in vista di utilizzi futuri. La struttura ha impiegato:

  • Profili tubolari
  • Profili HE
  • Travi composte saldate

La struttura delle coperture del padiglione della germania

Le sei piante che formano la copertura sono senza dubbio l’elemento più suggestivo del Padiglione della Germania che, quantomeno in parte, pare entrerà a far parte del Museo Expo di Shanghai:

  • La struttura di ogni pianta è in acciaio ed è composta da una colonna tubolare ancorata a terra.
  • Alla sommità della colonna sono fissate sei colonne a sbalzo a sorreggere un tubo perimetrale che sostiene la struttura semitrasparente a forma di petalo.
  • La circonferenza del corpo centrale è composta da dodici colonne.
  • Quattro travi reticolari formano la struttura principale della copertura.

In attesa della conferma del recupero della struttura e di parte dei contenuti da parte del governo di Shanghai, quindi, quel che resta è un Padiglione tra i più belli ed evocativi di Expo 2015 che, a detta di addetti ai lavori e visitatori, è uno di quelli che meglio ha saputo rappresentare le varie anime dell’esposizione internazionale.

By |Commenti disabilitati su Expo milano 2015: il padiglione della germania. Forte come l’acciaio, delicato come un fiore