• acciaio opera d'arte

QUANDO L’ACCIAIO DIVIENE OPERA D’ARTE ED ENTRA NEI MUSEI ITALIANI

Da Brescia a Reggio Calabria, passando da Follonica, Milano e Trento, alla scoperta di alcuni dei più interessanti musei dedicati alla lavorazione del ferro.

Parlando di acciaio e siderurgia si tende a pensare semplicemente ad un’attività industriale moderna, ma quello della siderurgia è un settore che affonda le proprie radici alle origini della civiltà. Per questo motivo esistono, in Italia e nel mondo, numerosi musei dedicati all’acciaio, alla siderurgia ed alla metallurgia. In molti casi si tratta di settori specifici di aree museali, altre volte di veri e propri musei interamente dedicati all’arte della lavorazione del ferro. Vediamo, quindi, quali sono i più interessanti musei italiani dedicati alla storia dell’industria e dell’industrializzazione.

 

MUSEO DELL’INDUSTRIA E DEL LAVORO (MUSIL) – BRESCIA

Primo progetto museale italiano dedicato alla storia dell’industrializzazione, il Musil di Brescia, oltre ad un enorme archivio di fonti archivistiche e documentarie sulla storia della tecnologia e ad un ricco patrimonio di macchinari industriali e materiali di architettura industriale, è anche l’unico in Italia ad aver riutilizzato, a fini museali, numerosi contenitori industriali perfettamente conservati e strutturati in modo coerente. Oltre alla sede centrale nell’area dell’ex stabilimento Tempini a Brescia, il Museo dell’industria e del lavoro comprende il Musil di Rodengo Saiano, un magazzino visitabile, il Museo dell’energia idroelettrica di CedegoloValle Camonica ed il Museo del Ferro in un’antica fucina bresciana per la lavorazione del ferro.

 

MUSEO DELLE ARTI IN GHISA NELLA MAREMMA (MAGMA) – FOLLONICA

Nato per raccontare la storia dello stabilimento siderurgico di Follonica, il Magma si trova all’interno del San Ferdinando, ovvero di quello che, per tutto l’Ottocento, è stato un forno fusorio per la produzione della ghisa. All’interno dei vari piani dell’edificio è possibile conoscere l’arte, la storia e la produzione che hanno caratterizzato tutta la storia dello stabilimento per la fusione della ghisa di Follonica, mettendo a disposizione degli ospiti sia testimonianze documentarie e filmati che oggetti qui prodotti e realizzati. Lo scorso anno il Magma è stato insignito del Dasa Award 2015, un importante riconoscimento dovuto al fatto che «il museo riesce a riportare in vita generazioni passate e rendere consapevoli la generazione di oggi delle pesanti condizioni subite dai loro antenati.»

 

MUSEO DELLA SCIENZA E DELLA TECNOLOGIA – MILANO

Grazie alla collaborazione con il Gruppo Arvedi, dal 2013 all’interno del museo meneghino si trova un’area interamente dedicata all’acciaio ed alla storia della siderurgia mondiale. Nello specifico, all’interno delle sale del Museo è possibile ammirare la fucina ed il maglio idraulico Galperti, utilizzato per produrre utensili agricoli ed edili in ferro, la ricostruzione di una fonderia dell’inizio del secolo scorso con un forno Stassano del 1910, un laminatoio Mannesmann per tubi senza saldatura del 1909 ed una parte dell’impianto Falk di Vobarno del 1860.

 

ECOMUSEO DELLE FERRIERE E FONDERIE DI CALABRIA – BIVONGI

Lo scopo del Museo calabrese è quello di salvaguardare e promuovere l’archeologia industriale della Regione Calabria e, nello specifico, del territorio della vallata dello Stilaro, definita La culla della prima industrializzazione meridionale. Cinque le aree tematiche analizzate e strutturate in altrettanti itinerari: metallurgia, miniere, mulini, acqua e religione. Oltre al recupero di un’antica bocca di miniera, di una centrale idroelettrica del 1913, di due mulini, di una conceria e della ferriera Fieramosca, accanto al Museo si trova anche quello di Archeologia industriale e della cultura materiale di Stilo.

 

MUSEO AREA ARCHEOLOGICA PASSO DEL REDEBUS – TRENTO

Si tratta di un sistema museale in acciaio e vetro, sorto in località Acqua Fredda, il territorio nel quale sono stati rinvenuti degli antichi forni per la produzione del rame risalenti all’età del bronzo e che rappresentano uno dei più importanti esempi di archeometallurgia di tutta l’Europa.

By |Commenti disabilitati su QUANDO L’ACCIAIO DIVIENE OPERA D’ARTE ED ENTRA NEI MUSEI ITALIANI